RSS

Archivio mensile:maggio 2011

Folklore – Sicilia

La Festa di Maria SS. dei Miracoli ad ALCAMO

Tra il 19 e il 21 giugno di ogni anno si celebra ad Alcamo, in provincia di Trapani,  la Festa di Maria SS. dei Miracoli, che è la Patrona della città.La festa ha origini antichissime, che rimontano alla seconda metà del 1500.

In particolare, secondo il racconto della tradizione, il 21 giugno 1547, alcune donne, mentre erano occupate a lavare i panni presso un ruscello, furono improvvisamente colpite da una gragnola di sassi, che non provocò loro alcun dolore, né alcuna lesione. Le donne rimasero a dir poco sbigottite per quanto era loro accaduto, soprattutto perché, dopo essere state colpite dai sassi, furono pervase da un generale senso di benessere. Convinti di trovare i responsabili di quello che credevano essere uno scherzo, i mariti delle donne colpite si recarono sul luogo, ma non trovarono altro che una icona della Madonna col Bambino Gesù in braccio, dipinta su pietra, che era nascosta tra i ruderi di una piccola cappella. La popolazione iniziò a pregare di fronte all’icona trovata e abbondanti giunsero le grazie. Nei giorni seguenti, racconta sempre la tradizione, ad Alcamo si susseguirono molti miracoli e guarigioni.

Al dipinto della Madonna, trovata casualmente, in un primo tempo, venne dato il nome di Madonna Fonte della Misericordia, ma, in seguito, proprio per il susseguirsi dei miracoli ad essa attribuiti, il popolo, il 19 dicembre 1583, ne cambiò il nome in quello attuale di Madonna dei Miracoli o di Maria SS. Dei Miracoli.

Proprio sul luogo del ritrovamento della icona sacra, il nobile condottiero spagnolo don Fernando de Celada y de Vega, a quel tempo governatore di Alcamo e capitano di giustizia, che combatté le incursioni dei pirati turchi, decise di far erigere un santuario in onore della Madonna, che, nel corso dei secoli, ha subito diversi rifacimenti fino ad acquisire nel XVIII sec. la conformazione architettonica attuale, consistente in una fusione tra stile rinascimentale e barocco.

Il Governatore Don Fernando de Vega volle che il suo corpo, alla morte, venisse seppellito nel santuario. Cosa che poi avvenne: le sue ceneri sono infatti racchiuse nel sarcofago di marmo bianco, opera dello scultore Rocco Rapi.

Sulla facciata del santuario si aprono due portali ed una finestra a tribuna, cinta da due finestre più piccole. L’interno è decorato con un bell’affresco della glorificazione della Madonna dei Miracoli. Nel santuario sono anche conservate alcune tele settecentesche di G. Pataria e il sarcofago in marmo bianco, che rende onore a Fernando Vega. Bella anche la cappella dedicata alla Madonna, soprattutto l’arco a tutto sesto in marmo rosso. Durante i giorni della Festa di Maria SS. dei Miracoli vengono fatti dei pellegrinaggi al Santuario, pellegrinaggi che hanno inizio nel mese di maggio ( c.d. devozione popolare del “mese di maggio”).

Nel 1774 la Madonna fu incoronata dal Capitolo Vaticano. Da allora, gli Alcamesi venerano la Madonna dei Miracoli (che in dialetto chiamanoLa Madonna di ddà ghiusucioè di un luogo che trovasi ubicato nella parte bassa del paese, dove si convogliavano le acque della collina sovrastante), la cui immagine è collocata all’interno del Santuario. 

La Patrona di Alcamo, ogni anno viene festeggiata con fuochi d’artificio e manifestazioni culturali e religiose di vario genere. La processione della statua, trasportata a spalla, per le vie cittadine conclude la festività che si svolge ogni anno tra il 17 e il 21 giugno. La festa si apre tuttora con lo scampanio dei sacri bronzi, unito allo scoppio di mortaretti e al suono della banda musicale, che percorre le vie della città. 
Un tempo, due uomini con livree rosse rameggiate in oro e con calze bianche e scarpe nere dalle fibbie d’argento, con nella mano destra le mazze d’argento del Comune (raffiguranti un’aquila ad ali semiaperte) precedevano le Autorità amministrative e il Sindaco.

Nel tempio le autorità e i fedeli assistono ai solenni vespri cantati e alla benedizione eucaristica.

Il programma della festa è ricco di manifestazioni religiose, musicali, artistiche, culturali, sportive. Nella occasione, mostre d’arte, spettacoli da cabaret, artisti di strada, concerti, animano la città di Alcamo in ogni sua parte, sia nel Centro Storico che in tutto il perimetro abitato.

Momento di grande emotività e di effetti scenici è rappresentato dal Corteo Storico che, avvalendosi delle maestranze dell’Associazione “I Cavalieri di San Giorgio”, inscenerà la tradizionale “Calata” al Santuario, tutta in vestiti d’epoca.


   

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 26/05/2011 in Folklore

 

Tag: , , ,

Cinema – “Pirati dei Caraibi 4 -Oltre i confini del mare”.

Sarà proiettato nelle sale cinematografiche il 18 maggio 2011 il nuovo film diretto da Rob Marshal, della serie “Pirati dei Caraibi”, il quarto per la precisione, con Jonnhy Deep e Penelope Cruz, nella parte di Angelica

ECCO IL TRAILER

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 09/05/2011 in Cinema

 

Tag: ,

ARTISTI – John Currin

John Currin, pittore statunitense, nato a Boulder, Colorado nel 1962, ma cresciuto in Connecticut, si laurea alla scuola d’arte della Yale University nel 1986. Attualmente vive ed opera a New York ed è considerato uno dei maggiori artisti contemporanei. Abilissimo artista, la cui tecnica pittorica richiama quella “classica”, basa le proprie opere su una vasta gamma di influenze culturali:ispirandosi principalmente ai maestri del Rinascimento europeo e del primo manierismo, rivisti con l’occhio della cultura pop americana. In questa ottica, realizza ritratti e nudi di corpi deformati, figure di donne dalle proporzioni alterate. Attraverso un sofisticato e continuo gioco di contaminazione delle fonti, Currin spesso accosta arte “colta” e pornografia, diluendo, in qualche misura, scene esplicite di sesso con il filtro della bella pittura. E’ anche uno dei pittori viventi più quotati (nel 2002, Sotheby’s ha battuto una sua opera del 1989 a 427.000 dollari ).

ECCO ALCUNE OPERE DI CURRIN

 

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 05/05/2011 in Artisti

 

Tag: , , ,

Notizie : Il porno a 3D

3D Sex and Zen: Extreme Ecstasy

Da oltre due settimane, nelle sale cinematografiche di Hong Kong  viene proiettato il film erotico o porno soft, 3D Sex and Zen: Extreme Ecstay, che, basato sull’opera letteraria erotica cinese del XVII° secolo La carne come tappeto di preghiera, è, in sostanza, un remake dell’omonimo film del 1991 con la novità, però, che il film è stato girato in 3D. Il film diretto dal regista Christopher Sun è già campione di incassi: con 255.mila euro nel primo giorno di programmazione (14 aprile 2011) ha battuto il record dell’altro film in 3D, cioè Avatar di James Camerun, che, sempre ad Hong Gong, nel primo giorno di programmazione, aveva invece incassato 235 mila euro. Non solo, ma il film, prodotto da Stephen Siu, è costato poco più di tre milioni di dollari, contro i 317,4  milioni di dollari spesi per la realizzazione di Avatar. Il successo del film, che nel mese di giugno 2011 sarà distribuito dalla KeyFilms anche in Italia, è stato raggiunto grazie anche alla massiccia partecipazione di spettatori in arrivo dalla Cina, in cui la pellicola, per motivi di censura, non è stata distribuita. Oltre che ad Hong Gong, il film è attualmente in programmazione anche nella Corea del Sud, in Australia e in Nuova Zelanda.

           Ecco le foto di alcune scene del film

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                     

                                                                    

le attrici Suo Yukiko, Vonnie Lui Hoi-Yan

Sukie Shek Wing-Lei canta “Bliss”, il tema musicale del film 3D Sex and Zen: Extreme Ecstasy

        


 
Lascia un commento

Pubblicato da su 04/05/2011 in Notizie

 

Tag: , ,

ARTE – Art Afterpieces

 

È un volume illustrato in cui il suo autore Ward Kimball (1914 – 2002) rivisita in chiave umoristica famose opere d’arte, come ad esempio, la Gioconda, che ridipinge con i bigodini in testa o la Madre di Whistler mentre guarda la TV. Il volume è stato prodotto in due edizioni, con introduzione di Jonathan Winters.

MINI BIOGRAFIA:

  Ward Kimball abilissimo disegnatore,  entra alla Disney Studios nel 1934 come animatore e, successivamente, in seguito alla sua bravura, viene  coinvolto in tutti gli aspetti della produzione di animazione. Il suo lavoro comprende Lucifero, Jaq e Gus, (in Cenerentola), il Cappellaio matto e lo Stregatto (Alice nel Paese delle Meraviglie).  E’ soprattutto noto come il disegnatore del Grillo Parlante nel film “Pinocchio” ed è stato anche responsabile per la riprogettazione di Topolino. Walt Disney, dopo aver riconosciuto i successi  di Kimball, ha fatto di lui uno dei “Nine Old Men” (Nove Vecchi Uomini) che, per l’appunto, erano un gruppo di  nove uomini selezionati come animatori di base (alcuni dei quali in seguito divennero registi) che hanno creato le opere Disney più famose, da Biancaneve e i sette nani a Le avventure di Bianca e Bernie. Walt Disney scherzosamente chiamava questo gruppo di animatori il suo “Nine Old Men”, con esplicito riferimento a Franklin D. Roosevelt e ai nove giudici della Corte Suprema degli Stati Uniti. Pur  mantenendo i legami con la Disney Studios, 

Kimball  si ritira dalla Disney nel 1972.   Kimball era anche un valente musicista (nel 1948  fonda il Firehouse Five Plus Two, una band dixieland jazz, composta da colleghi dipendenti Disney ed aveva, inoltre, una passione sviscerata per i treni, al punto che, nella sua casa in California, ne ospita uno a dimensioni naturali.  Kimball ha ricevuto molte onorificenze durante la sua vita, e nel 1989 è stata insignito del titolo di Leggenda Disney.

ECCO LA COPERTINA DEL LIBRO “ART Afterpieces“, nella edizione pubblicata in Inghilterra nel 1979 dalla Magnum Books, che conservo nella mia libreria

ED ECCO ALCUNE ILLUSTRAZIONI CONTENUTE ALL’INTERNO DEL LIBRO

 

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 03/05/2011 in Arte

 

Tag: , , ,

Notizie – Beatificazione Papa Giovanni Paolo II

Immagine del Papa esposta in S.Pietro per la beatificazione


 
Lascia un commento

Pubblicato da su 01/05/2011 in Notizie

 

Tag: ,